Piastra per capelli: a ogni capello, la sua piastra

Capelli, che passione! Un amore tendente all’odio in giornate particolarmente difficili nelle quali la facilità di riuscire a domarli, è paragonabile alla facilità di domare un leone inferocito. I capelli non temono nulla, chi li ha in testa, però, sì: pioggia, vento e sole, ma soprattutto umidità, possono rendere i capelli ingestibili, scomposti e disordinati.

La piastra per capelli si muove come il domatore dei leoni, riuscendo ad abbattere qualsiasi ostilità, rendendo i capelli ordinati e stupendi in ogni occasione: per capelli perfetti per ogni necessità, la piastra si presenta come soluzione indicata, sia per chi vuole capelli liscissimi, sia per chi vuole colorire la propria chioma di graziosi ricci e boccoli. Nel secondo caso, parliamo di arricciacapelli, una speciale tipologia di piastra indicata, appunto, per smuovere una chioma troppo spenta e poco voluminosa.

Disporre di una piastra per capelli, significa contare sempre su uno strumento efficiente, in grado di gestire qualsiasi tipologia di capelli: non è, tuttavia, consigliabile abusarne. Sfruttando le alte temperature, infatti, i capelli rischiano di soffrire risultando spenti e bruciati: esistono, tuttavia, in commercio piastre per capelli in grado di migliorare la salute della chioma, rendendola più luminosa e più forte.

Come funzionano le piastre per capelli? Semplicemente, procedendo ciocca per ciocca, giungono alla temperatura più indicata, a seconda delle caratteristiche specifiche del capello, fino a garantire una liscezza naturale e ordinata. Le piastre migliori sono quelle realizzate in ceramica, un materiale ottimo e delicato, indicato in ogni circostanza: esistono piastre agli ioni, in grado di effettuare un vero e proprio trattamento che sfrutta la capacità di rafforzare il capello, propria di queste entità molecolari elettricamente cariche.

Per quanto riguarda l’arricciacapelli, ne esistono, anche in questo caso, varie tipologie: vi sono quelli classici, attorno ai quali avvolgere una ciocca, portandola a una temperatura di circa 230 gradi, e poi vi sono quelli innovativi, assolutamente automatici. In questo caso occorre soltanto scegliere l’intensità del riccio da ottenere, inserire una ciocca all’interno dell’arricciacapelli e attendere che quest’ultimo svolga il suo lavoro.
Semplici da utilizzare e ottime da portare sempre con sé, le piastre per capelli consentono a ogni donna di indossare, ogni giorno, la giusta acconciatura.