Piastra per capelli: a ogni capello, la sua piastra

Capelli, che passione! Un amore tendente all’odio in giornate particolarmente difficili nelle quali la facilità di riuscire a domarli, è paragonabile alla facilità di domare un leone inferocito. I capelli non temono nulla, chi li ha in testa, però, sì: pioggia, vento e sole, ma soprattutto umidità, possono rendere i capelli ingestibili, scomposti e disordinati.

La piastra per capelli si muove come il domatore dei leoni, riuscendo ad abbattere qualsiasi ostilità, rendendo i capelli ordinati e stupendi in ogni occasione: per capelli perfetti per ogni necessità, la piastra si presenta come soluzione indicata, sia per chi vuole capelli liscissimi, sia per chi vuole colorire la propria chioma di graziosi ricci e boccoli. Nel secondo caso, parliamo di arricciacapelli, una speciale tipologia di piastra indicata, appunto, per smuovere una chioma troppo spenta e poco voluminosa.

Disporre di una piastra per capelli, significa contare sempre su uno strumento efficiente, in grado di gestire qualsiasi tipologia di capelli: non è, tuttavia, consigliabile abusarne. Sfruttando le alte temperature, infatti, i capelli rischiano di soffrire risultando spenti e bruciati: esistono, tuttavia, in commercio piastre per capelli in grado di migliorare la salute della chioma, rendendola più luminosa e più forte.

Come funzionano le piastre per capelli? Semplicemente, procedendo ciocca per ciocca, giungono alla temperatura più indicata, a seconda delle caratteristiche specifiche del capello, fino a garantire una liscezza naturale e ordinata. Le piastre migliori sono quelle realizzate in ceramica, un materiale ottimo e delicato, indicato in ogni circostanza: esistono piastre agli ioni, in grado di effettuare un vero e proprio trattamento che sfrutta la capacità di rafforzare il capello, propria di queste entità molecolari elettricamente cariche.

Per quanto riguarda l’arricciacapelli, ne esistono, anche in questo caso, varie tipologie: vi sono quelli classici, attorno ai quali avvolgere una ciocca, portandola a una temperatura di circa 230 gradi, e poi vi sono quelli innovativi, assolutamente automatici. In questo caso occorre soltanto scegliere l’intensità del riccio da ottenere, inserire una ciocca all’interno dell’arricciacapelli e attendere che quest’ultimo svolga il suo lavoro.
Semplici da utilizzare e ottime da portare sempre con sé, le piastre per capelli consentono a ogni donna di indossare, ogni giorno, la giusta acconciatura.

Luce Pulsata? Bellissima Zero e gli epilatori a impulsi luminosi

Depilarsi è un incubo per ogni donna, per questo scegliere prodotti come Bellissima Zero può essere una mossa vincente. Partiamo con il dire che gli epilatori di ultima generazione a luce pulsata rappresentano una proporzione in scala delle tecnologie utilizzate nei centri estetici per assecondare le richieste di molti clienti che desiderano avere risultati permanenti e, magari, indolori.

Sostanzialmente questo tipo di epilatore è in grado di assicurare risultati sorprendenti senza far provare dolore, a parte un lievissimo bruciore che è possibile avvertire le prime volte, ma niente di insopportabile. Molte donne hanno paura a utilizzare epilatori a luce pulsata in casa propria e senza la supervisione di un dermatologo, ma in realtà non c’è nulla da temere. È sufficiente evitare di utilizzare prodotti di questo tipo dopo cerette, applicazione di creme depilatorie, dopo sedute al solarium o scottature da mare e in casi di patologie della pelle.

Purtroppo molti modelli come Bellissima Zero non possono essere utilizzati su persone con determinate caratteristiche. Più la propria pelle risulta chiara, più il trattamento risulta efficiente, soprattutto se i peli sono molto scuri. Per peli chiari o pelli particolarmente scure non sempre è possibile ricorrere a prodotti reperibili in commercio, ma ogni epilatore riporta sulla confezione e sulle istruzioni di vendita i parametri fondamentali per far sì che possa funzionare.

L’epilatore che sfrutta impulsi luminosi non può essere usato su tutto il corpo, ci sono parti che vanno evitate perché troppo delicate. Queste sono le zone vicine agli occhi, il cuoio capelluto, la barba maschile e la zona dei genitali. È importante evitare di utilizzare epilatori come Bellissima Zero anche su tatuaggi o su zone coperte di trucco permanente. Per evitare di riportare disturbi agli occhi, molti prodotti includono nelle proprie confezioni di vendita anche gli appositi occhialini che filtrano i raggi UV.

La sicurezza in un epilatore di questo tipo è fondamentale, per questo motivo prima di acquistare un modello è essenziale valutare se siano presenti i principali accessori per tutelare la salute della propria pelle. Un buon filtro UV presente nell’epilatore, per prima cosa, è importantissimo per proteggere adeguatamente la pelle dalla forza degli impulsi luminosi; considerato che i modelli come Bellissima Zero hanno un TOT di impulsi prefissati oltre i quali è fondamentale cambiare la lampadina, un interruttore di sicurezza darà la certezza di non sprecarne neppure uno.

Gli epilatori a luce pulsata sono veri alleati di bellezza per tutte le donne, come Bellissima Zero.