Guida alla manutenzione del tagliacapelli

manutenzione-lame-tagliacapelliMolti uomini tengono nel proprio armadietto un tagliacapelli, per avere sempre un’acconciatura perfetta e pulita: perché andare dal barbiere una volta alla settimana, quando potremmo fare da soli, con un po’ di pratica ed esperienza?

Vediamo, quindi, come fare per procedere con la giusta manutenzione di questo piccolo prodotto, cercando di scoprire come pulire a fondo le lame e il corpo macchina.

Partiamo, quindi, dalla lettura della scheda tecnica del nostro tagliacapelli, per scoprire se possa esser lavato sotto acqua corrente oppure no: una volta terminato il taglio, qualora il dispositivo risultasse lavabile, occorrerà soltanto accendere il rasoio sotto l’acqua corrente preferibilmente calda. Lavando il corpo macchina con sapone liquido, è necessario fare attenzione agli ingredienti: sono da evitare saponi con sostanze abrasive! È importante, poi, risciacquare bene in modo da eliminare tutta la schiuma, lasciando girare il motore a vuoto per un po’: una volta terminato il procedimento, basterà soltanto sganciare le lame e lasciarle asciugare all’aria.

Qualora il nostro tagliacapelli risultasse non lavabile, diventa necessario utilizzare la spazzola in dotazione, seguendo alla lettera quanto indicato nella manualistica: a rasoio spento, occorrerà così alzare la lamina e accendere il rasoio per almeno 10 secondi. Una volta fatto ciò, basterà sganciare il blocco lame e picchiettarlo delicatamente su una superficie che sia piana, pulendo, al contempo, la parte interna, ricordandosi di lubrificare le lame, qualora non fossero auto-affilanti.

La manutenzione non riguarda soltanto la pulizia, ma anche la cura della salute della batteria: il libretto di istruzioni fornito in dotazione, di solito, indica come comportarsi con la batteria soprattutto al primo avvio. Di solito, infatti, la prima ricarica deve essere molto lunga, di oltre 6 ore: un segreto per ricalibrare la batteria con costanza, consiste nel far scaricare completamente il nostro tagliacapelli, facendolo arrivare al punto di non accendersi né dare segni di vita, proseguendo, così, con una ricarica lunga completa.

Le batterie, ovviamente, devono essere cambiate di tanto in tanto: specialmente quelle agli ioni di litio, hanno una serie di cicli “prestabiliti”, oltre i quali non potremo aspettarci più niente. Per questo motivo, onde evitare che i cicli risultino “consumati” prima del previsto, bisogna sempre preferire ricariche frequenti ma veloci, tenendosi quindi lontani dallo scaricamento totale della carica residua, a ricariche complete e molto lunghe.

Quando il tagliacapelli non viene pulito e mantenuto correttamente, si iniziano a vedere i primi segnali di malfunzionamento: ad esempio, non pulendo di frequente le lame, si rischia di conseguenza di non tagliare correttamente i capelli e, in alcuni casi, di sentire dolore o fastidio.

Prendetevi cura del vostro tagliacapelli esattamente come lui fa con la vostra acconciatura, e ricordate che dalla salute delle lame, dipende necessariamente l’effetto finale per la vostra chioma.

Piastra per capelli: a ogni capello, la sua piastra

Capelli, che passione! Un amore tendente all’odio in giornate particolarmente difficili nelle quali la facilità di riuscire a domarli, è paragonabile alla facilità di domare un leone inferocito. I capelli non temono nulla, chi li ha in testa, però, sì: pioggia, vento e sole, ma soprattutto umidità, possono rendere i capelli ingestibili, scomposti e disordinati.

La piastra per capelli si muove come il domatore dei leoni, riuscendo ad abbattere qualsiasi ostilità, rendendo i capelli ordinati e stupendi in ogni occasione: per capelli perfetti per ogni necessità, la piastra si presenta come soluzione indicata, sia per chi vuole capelli liscissimi, sia per chi vuole colorire la propria chioma di graziosi ricci e boccoli. Nel secondo caso, parliamo di arricciacapelli, una speciale tipologia di piastra indicata, appunto, per smuovere una chioma troppo spenta e poco voluminosa.

Disporre di una piastra per capelli, significa contare sempre su uno strumento efficiente, in grado di gestire qualsiasi tipologia di capelli: non è, tuttavia, consigliabile abusarne. Sfruttando le alte temperature, infatti, i capelli rischiano di soffrire risultando spenti e bruciati: esistono, tuttavia, in commercio piastre per capelli in grado di migliorare la salute della chioma, rendendola più luminosa e più forte.

Come funzionano le piastre per capelli? Semplicemente, procedendo ciocca per ciocca, giungono alla temperatura più indicata, a seconda delle caratteristiche specifiche del capello, fino a garantire una liscezza naturale e ordinata. Le piastre migliori sono quelle realizzate in ceramica, un materiale ottimo e delicato, indicato in ogni circostanza: esistono piastre agli ioni, in grado di effettuare un vero e proprio trattamento che sfrutta la capacità di rafforzare il capello, propria di queste entità molecolari elettricamente cariche.

Per quanto riguarda l’arricciacapelli, ne esistono, anche in questo caso, varie tipologie: vi sono quelli classici, attorno ai quali avvolgere una ciocca, portandola a una temperatura di circa 230 gradi, e poi vi sono quelli innovativi, assolutamente automatici. In questo caso occorre soltanto scegliere l’intensità del riccio da ottenere, inserire una ciocca all’interno dell’arricciacapelli e attendere che quest’ultimo svolga il suo lavoro.
Semplici da utilizzare e ottime da portare sempre con sé, le piastre per capelli consentono a ogni donna di indossare, ogni giorno, la giusta acconciatura.

Come sfruttare la cyclette per sentirsi sempre in forma

Cosa occorre per sentirsi sempre in forma, eliminare quei fastidiosi chili in eccesso e ottenere il giusto equilibrio psico fisico portato dal vivere sani?

Una buona cyclette, trenta minuti giornalieri, dell’acqua e tanta forza di volontà. Il peggior nemico della forma fisica è il tempo: non se ne ha mai abbastanza per poter essere sfruttato a dovere, seguendo un allenamento costante in palestra.

Quando si ha qualche momento libero, con la stanchezza della vita quotidiana, si preferisce pensare a se stessi, concedendosi qualche sonnellino, un po’ di ozio sul divano e un po’ di zapping in TV.

Scegliendo di adottare la cyclette per rimettersi in forma, garantirà tuttavia la possibilità di potersi tenere in forma, standosene in casa propria, con tutte le comodità e il relax che ne conseguono: nessun bisogno di uscire di casa quando è troppo freddo o troppo caldo, quando piove o nevica, quando si hanno necessità familiari imprescindibili, solo tutta la comodità di scegliere uno strumento facile da utilizzare e in grado di dare risultati concreti.

La cyclette pieghevole permette infatti, con una mezz’ora almeno di allenamento quotidiano, di tornare e mantenersi sempre in forma, standosene comodi a casa a pedalare davanti alla tv con un succo di frutta fresco ad attenderci dopo una bella pedalata rigenerante.

Dire addio al grasso in eccesso su gambe, glutei, addome e fianchi, sarà semplice: la costanza è la cosa più importante da tenere sotto controllo, per questo motivo, alle prime armi, è consigliato ed è concesso fare brevi pause di 30 secondi – un minuto al massimo, per sessioni di cyclette da 10 minuti l’una.

Col passare del tempo sarà necessario incrementare la portata di minuti, di pedalata, per poter vedere risultati concreti in tempi sempre più brevi: una giusta alimentazione equilibrata, fatta di verdure in abbondanza, frutta e proteine, assieme ad almeno 2 litri di acqua naturale e la propria forma fisica sarà pronta a stupirci.

Energie rigenerate, una nuova forza raggiunta e quei chili di troppo persi per una vita sorridente e in salute!

Recensione materasso in lattice

Comodo, traspirante, in puro lattice 100% e a 7 zone differenziate per garantire un riposo ottimale ed energizzante: stiamo parlando del materasso in lattice naturale 100/7 zone sfoderabile matrimoniale, il miglior alleato del riposare bene. Nessun rischio di trovarsi a dormire su un materasso deformato e scomodo, ma solo e sempre il meglio per la propria schiena.

Materasso in lattice naturale 100/7 zone sfoderabile matrimoniale

Morbido, sicuro per la propria schiena, i materassi in lattice e più nello spceifico il materasso in lattice naturale 100/7 zone sfoderabile matrimoniale garantisce sempre la corretta posizione per prevenire la comparsa di dolori fastidiosi e disturbi articolari. Dormire bene è molto importante, per questo motivo questo materasso si rivelerà il miglior amico del proprio sonno e della propria schiena: 100% lattice, traspirante, ergonomico e a 7 zone differenziate. Semplicemente il meglio!

A tutto lattice!

Il lattice è un materiale ottimo sul quale riposare, questo poiché è antibatterico, anallergico e antiacaro in maniera naturale, rivelandosi ideale per chiunque soffra di problemi respiratori o di allergie: il materasso in lattice naturale 100/7 zone sfoderabile matrimoniale è formato da una struttura completamente realizzata in lattice, rivelandosi inoltre ergonomico e ottimo per tutti i tipi di schiena, oltre che sicuro per la propria salute.

Scheda Tecnica

Fodera Esterna in tessuto Aloe Vera, Imbottitura Tessuto 2 cm Poliestere, Sfoderabile su 4 Lati, fodera interna in jersey di cotone, lastra interna H16 cm composta da: 16 cm 100% schiuMa di Lattice Bialveolare, lastra 7 Zone a portanza differenziata. Lastra H16 cm + 2 cm Imbottitura del Tessuto = H18 cm Finito, Certificato Ergocheck.

Conclusione

Un materasso che farà realmente la differenza per il proprio sonno, grazie alla sua ergonomia e alla sua comodità: rigido al punto giusto per garantire comfort ma anche un sostegno efficiente, il materasso in lattice naturale 100/7 zone sfoderabile matrimoniale è rivestito in jacquard, tessuto facilmente lavabile per una igiene completa.

Vantaggi

  • Comodo
  • Traspirante
  • Ergonomico
  • Fodera lavabile in lavatrice

Svantaggi

  • Nessuno

Impianto dentale: consigli e accorgimenti.

I sintomi di denti non sani includono dolore a contatto con il freddo, col caldo o durante la masticazione, sanguinamento o gonfiore delle gengive, denti che si muovono, consumati, rotti, scheggiati o addirittura mancanti.

Le cause di denti rovinati sono riconducibili a infezioni, lesioni, infiammazioni, carie, assunzione di farmaci (in particolare antibiotici), a volte cattiva nutrizione, cancro o disturbi ereditari.

Se vi manca uno o più denti, potete prendere in considerazione l’idea di un impianto dentale, questo il modo più naturale per sostituire dei denti mancanti.

Con un tale impianto, potrete evitare il deterioramento del tessuto osseo il quale in mancanza di denti si consuma e causa conseguenze a carico dell’integrità mascellare.

È molto importante sostituire al più presto dei denti mancanti per mantenere completamente efficace la masticazione nonché un sorriso felice e sano.

Impianto dentale: operazione eseguita da dentisti di Torino o altre località

Quando si parla di impianto dentale, si intende un’operazione eseguita da un dentista sia in Torino che in qualsiasi altra località, il quale sostituisce alla radice tutta la struttura di un dente dopo appropriate verifica di esami.

Le radici dei denti sono fissate alla mandibola, allo stesso modo funzionano gli impianti dentali rimanendo non visibili all’occhio umano.

Molto spesso, si dimostrano necessari quando bisogna fissare delle corone, protesi o ponti, agendo da supporto per essi.

Il materiale usato è generalmente il titanio (o leghe di titanio), esso si dimostra particolarmente adatto grazie alla sua resistenza, biocompatibilità e leggerezza ed ha un buon assorbimento da parte del corpo che non lo rigetta.

È adoperato per impianti dentali sia ossei sia no.

Il successo degli impianti dentali, è altissimo, il titanio grazie alle sue proprietà si fonde con l’osso stabilizzandolo e sostituendo i denti persi sostenendo al contempo lo scheletro facciale e l’altra struttura attorno alla bocca.

Una volta eseguito l’impianto dentale dal vostro odontoiatra, sarà un altro vivere, potrete ridere, mangiare, parlare o fare qualsiasi altra azione che coinvolga la bocca, la quale in precedenza vi appariva completamente innaturale e le obbligava a coprirvi la bocca con la mano o trovare altri espedienti per non mostrarvi chiaramente.

Questo lavoro dentistico in realtà non ha benefici solamente fisici ma anche risvolti psicologici eccezionali, rendendo resistenza alla persona molto più accettabile e bella.

La chirurgia implantare, viene anch’essa eseguita dal dentista il quale sostituisce le radici dei denti con viti e denti artificiali i quali funzionano esattamente come quelli veri.

Questo tipo di intervento, è il migliore in assoluto è certamente una valida alternativa per ponti o dentiere poco tollerate o che non si adattano all’individuo.

La chirurgia dentale, affronta il problema con differenti interventi, dipende dalle condizioni della vostra bocca e dal tipo di impianto da eseguire.

Certamente vi sono vari appuntamenti con dentista da affrontare prima di avere un lavoro di questo tipo fatto e finito, il lavoro può includere varie procedure.

Un vantaggio sicuro che ne deriva dall’avere denti completamente nuovi, consiste nell’assicurarvi di non avere mai più delle carie, l’intervento che richiederà che l’osso e le parti molli intorno all’impianto guariscano perfettamente, ma certamente ne sarà valsa la pena.

Il tempo stimato di solito si aggira intorno a un po’ di mesi, ma alla fine vi sarà regalato un bel sorriso da copertina, gengive sane e nessun dolore causato dai denti cariati.

Il dentista e le soluzioni a problemi dentali

Il vostro dentista, o un centro di dentisti specializzati a Torino, sarà certamente in grado di consigliarvi la miglior soluzione per il vostro problema, non rimandate ulteriormente questo impegno, la mancanza di denti non causa solo disagio ma anche il peggioramento generale dello stato della bocca.

Una volta eseguito l’intero impianto su una parte osso l’intera bocca, non vi sarà più necessità di eseguirne un altro, avrete una dentatura nuova che non si consumerà mai più.

La salute, deve avere un’importanza superiore a qualsiasi considerazione finanziaria o paura di questo tipo di medico, datele il giusto peso.

Luce Pulsata? Bellissima Zero e gli epilatori a impulsi luminosi

Depilarsi è un incubo per ogni donna, per questo scegliere prodotti come Bellissima Zero può essere una mossa vincente. Partiamo con il dire che gli epilatori di ultima generazione a luce pulsata rappresentano una proporzione in scala delle tecnologie utilizzate nei centri estetici per assecondare le richieste di molti clienti che desiderano avere risultati permanenti e, magari, indolori.

Sostanzialmente questo tipo di epilatore è in grado di assicurare risultati sorprendenti senza far provare dolore, a parte un lievissimo bruciore che è possibile avvertire le prime volte, ma niente di insopportabile. Molte donne hanno paura a utilizzare epilatori a luce pulsata in casa propria e senza la supervisione di un dermatologo, ma in realtà non c’è nulla da temere. È sufficiente evitare di utilizzare prodotti di questo tipo dopo cerette, applicazione di creme depilatorie, dopo sedute al solarium o scottature da mare e in casi di patologie della pelle.

Purtroppo molti modelli come Bellissima Zero non possono essere utilizzati su persone con determinate caratteristiche. Più la propria pelle risulta chiara, più il trattamento risulta efficiente, soprattutto se i peli sono molto scuri. Per peli chiari o pelli particolarmente scure non sempre è possibile ricorrere a prodotti reperibili in commercio, ma ogni epilatore riporta sulla confezione e sulle istruzioni di vendita i parametri fondamentali per far sì che possa funzionare.

L’epilatore che sfrutta impulsi luminosi non può essere usato su tutto il corpo, ci sono parti che vanno evitate perché troppo delicate. Queste sono le zone vicine agli occhi, il cuoio capelluto, la barba maschile e la zona dei genitali. È importante evitare di utilizzare epilatori come Bellissima Zero anche su tatuaggi o su zone coperte di trucco permanente. Per evitare di riportare disturbi agli occhi, molti prodotti includono nelle proprie confezioni di vendita anche gli appositi occhialini che filtrano i raggi UV.

La sicurezza in un epilatore di questo tipo è fondamentale, per questo motivo prima di acquistare un modello è essenziale valutare se siano presenti i principali accessori per tutelare la salute della propria pelle. Un buon filtro UV presente nell’epilatore, per prima cosa, è importantissimo per proteggere adeguatamente la pelle dalla forza degli impulsi luminosi; considerato che i modelli come Bellissima Zero hanno un TOT di impulsi prefissati oltre i quali è fondamentale cambiare la lampadina, un interruttore di sicurezza darà la certezza di non sprecarne neppure uno.

Gli epilatori a luce pulsata sono veri alleati di bellezza per tutte le donne, come Bellissima Zero.